Per utilizzare l'applicazione, abilita gli script nel tuo browser.

Arch Fausto Tascarella

bio-architetto

Bioedilizia e materiali naturali, sono davvero la soluzione per l'edilizia del futuro?

Ogni nostra costruzione coinvolge direttamente le nostre giornate e deve durare nel tempo, coinvolgendo le generazioni future.


La storia del nostro paese ci ha lasciato molti segni di preziosa architettura e non possiamo permetterci di rinnegare la loro presenza, dobbiamo costantemente confrontarci con esse, così come faranno domani con le nostre opere.

È necessario conoscere cosa è disponibile sul mercato per essere in grado di scegliere ciò che meglio risponde ai requisiti richiesti nei nostri interventi.

Edilizia consapevole vuol dire conoscere e poi decidere.

Ogni opera è causa di effetti che potrebbero essere indesiderati in un futufo più o meno lontano e che, se la fase progettuale è attenta, potrebbero essere previsti e opportunamente evitati.


Il mondo tecnologico ci ha fatto conoscere fantastici materiali originati dall'elaborazione chimica del petrolio, pericolosi come l'amianto, ma anche tecnologie per il recupero degli inerti, le tecnologie innovative nell’uso del legno, i vetri selettivi, l’utlizzo di energie rinnovabili, tutti elementi che concorrono alla formazione dell’edificato, e devono confrontarsi con l’esigenza di comfort e benessere dei fruitori.


L'attività professionale dei cantieri edili mi fatto conoscere il mondo della sicurezza del lavoro che mi affascina, tanto da farla diventare una parte importante della mia attività.

Ho conseguito l'abilitazione a svolgere i compiti istituzionali di coordinatore nei cantieri e di RSPP nelle aziende.

Particolare attenzione è da me profusa per la sicurezza delle lavorazioni edili, che è mondo che mi appartiene, ed agricole, un mondo che mi affascina.